Treppiedi per fotocamere: come scegliere quello giusto

I treppiedi per fotocamere sono degli apparecchi disponibili oggi in una vasta gamma di dimensioni e di peso; il peso di solito dipende dalle dimensioni della fotocamera e l’obiettivo che si collega ad esso. Il treppiede più comune che viene utilizzato dalla maggior parte delle persone è quello che è composto da due pezzi la base è dove la fotocamera si siede e la ‘testa’ è dove si tiene in posizione verticale ed è tenuto nel mezzo da un meccanismo a molla. Altri treppiedi per fotocamere sono costituiti da più di una base e la testa, possono anche avere una base che è molto più robusto, può anche avere una girella che permette un movimento più facile. Spesso troverete che questi tipi di treppiedi vengono anche con un costruito in stabilizzatore. Treppiedi sono normalmente posti su un tavolo e sostenuto da una gamba regolabile o rimovibile, questo ti permette di metterli dove vuoi e regolare in base alle vostre esigenze.

Se stai cercando un treppiede per fotocamere, allora è importante che tu consideri quanto sia stabile. La stabilizzazione si ottiene in diversi modi. Se guardi la colonna centrale di molti dei migliori treppiedi vedrai che sono costruiti con un telaio di legno duro che contiene un certo numero di “denti” che si piegano quando vengono spinti dal peso del treppiede. I denti di cui sono dotati di alcuni modelli di treppiedi non fanno altro quindi che riflettere il peso della fotocamera o della videocamera che si utilizza e possono avere quindi delle dimensioni più o meno maggiori, a seconda dei casi e dei singoli modelli di treppiedi che vengono utilizzati, per cui se un certo modello di treppiedi è abbastanza grande, allora anche i denti che hanno lo scopo finale di sostenere il peso della fotocamera su treppiede saranno più grandi.

Ci sono altri due metodi che i treppiedi per fotocamere possono essere utilizzati per ottenere stabilità. Un modo è chiamato “monopolo” e consiste in due treppiedi progettati per essere in parallelo quando sono entrambi estesi di fronte a te. L’altro metodo è noto come “monopodiale” e comporta un singolo treppiede che non si piega in alcun modo. Questa è la forma più stabile di treppiede ed è quella che molti professionisti utilizzano.

Desideri approfondire l’argomento? Consigliamo allora di visitare l’articolo su Treppiedi per tipologie e strutture: approfondimento modelli e costi